italia vs cina part 1

allora.. a quasi un mese dal mio ritorno in patria posso anche tirare qualche somma.. poche, ma tiriamole...
insomma, il primo punto verte sull'aria, frivolo ma nello stesso tempo così reale. in Italia, l'aria pulita è così difficile da respirare dopo mesi e mesi di inquinamento extremo. quello di pechino. i primi giorni mi dava fastidio respirare quest'ossigeno così privo di gas esausti, la luce che ti penetra dritta dritta negli occhi senza il filtro della grigia cappa d'inquinamento pechinese m'impediva la vista e l'abitudine di pulire la testiera del pc da pulviscolo non meglio identificato ogni 3 ore perdeva la sua funzione. god, allora esiste un mondo migliore.
ma lo sapevate che alcuni atleti partecipanti alle olimpiadi avevano pensato di allenarsi in garage con il motore della macchina acceso per abituarsi all'aria di beijing__!!???

hihihihi poveri illusi, nemmeno un trattore a nafta simula il reale ambiente. massì poverini i cinesi, prima il tibet, poi il terremoto e poi le alghe nel mare di Qingdao.

ma nessuno ha mai pensato che quei poverini, prima cosa se le sono cercate, le catastrofi naturali raramente insorgono a caso e tutte insieme, e seconda cosa non riescono a capire che la situazione peggiorerà sempre di più. per quanto il g8 sia la riunione più inutile dei leader più inutili che adotta risoluzioni non vincolanti (quindi inutili) del mondo intero, aveva proposto a cina e india di dimezzare le emissioni inquinanti entro il 2050 (cazzo 2050, mica dopodomani, e inoltre di parla di uso di tecnologie già presenti ecosostenibili e anche redditizie se pianificate bene) e questi rispondono con dito medio alzato, che neanche bossi di fronte al tricolore con inno nazionale di sottofondo. beh certo poverini. questi per compiacere l'uomo bianco in 6 mesi han buttato giù mezza pechino, tra l'altro parti di città molto caratteristiche e belle, bettole dove si respirava vera cina, si mangiava roba autentica di 200 anni fa (nel vero senso della parola, carne che era lì da tipo 100 anni con verdure ormai coperte di vermi, ma con un po' di olio di soia e glutammato passa la paura!). poi han preso l'uomo bianco, come me, e lo han cacciato non rinnovandogli il visto per paura di manifestazioni o obiettivi selvaggi a servizio della democrazia (tra l'altro, sai checcazzo ce ne frega a noi che non riusciamo neanche ad impedire al nostro primo ministro di far approvare leggi INCOSTITUZIONALI...). contraddizione? beh contraddizione in cinese di dice 矛盾 maodun e maodun ha una lunga tradizione, nonché è uno dei primi vocaboli che ti insegnano studiando il cinese. un motivo ci dev'essere. fatto sta che, per esempio, nel quartiere coreano dove vivevo, a più di un'ora dal centro, han buttato a terra qualsiasi cosa per poi sostituire tutto con viali e strade costeggiate da palme e da asfalto "nuovo". beh, tre giorni dopo la metà delle palme non eran più al loro posto e l'asfalto, di qualità merdosa e dato in tempi brevissimi, iniziava a sfaldarsi. ora, ragionando un attimino, può il businessman o il turista ricco che va a vedersi le olimpiadi non accorgersi di quest'impero di carta?! possono queste persone per quanto grasse ed ottuse e fuori dal mondo avere gli occhi sempre chiusi quando prendono il loro taxi e per arrivare al "nido" 鸟巢 (ndr. lo stadio nuovo costruito per le olimpiadi) incrociano 36 baraccopoli a cesso unico?!
ma la cosa che mi ha fatto più incazzare è un'altra: quando andai per la prima volta a beijing, e cioè un annetto fa, le strade sembravano in perenne festa, con banchetti che vendevano deliziose cibarie tipiche di ogni etnia ad ogni ora del giorno e della notte, per prezzi ridicoli, offrendo anche occasioni per socializzare con i cinesi stessi. naturalmente nessuno di questi aveva una benché minima idea di cosa un licenza fosse. un mese fa era tutto sparito. i banchetti sostituiti da cazzo di gigacentri commerciali a prezzi inconcepibili per un cinese medio, nessuno più fermo per strada. il governo aveva indirizzato la polizia a cercare i coraggiosi rimanenti in temibili ronde notturne.

welcome western man, we know u r plenty of money and shit, that's our shit...

to be continued...

2 comments:

DavUd said...

no aspè, fammi capire, non ti hanno rinnovato il visto e quindi? sei tornato in italia definitivamente?

..non lavoravi all'ambasciata italiana?

boh, mi sono perso

Io torno in italia per qualche settimna a settembre, passo a Roma, Milano, possiamo bere qualcosa e fare un poco di fight club da qualche parte.

maxiu said...

mmm definitivamente...definitivamente..senti ho kiesto anke ai miei amici ma nessuno sa cosa vuol dire questo signor "definitivamente"...
ah, cmq se torni andiamo a ubriacarci e fare il fight club dei bloggers falliti, ne conosco un mazzo ke potremmo invitare eheheheh eppoi mettiamo le foto sui blog nn vedo l'ora!!!!

Free Blog Counter